Benvenuti

All'insegna del motto "promuovere, documentare e difendere i diritti umani" l'associazione di volontari HUMAN RIGHTS INTERNATIONAL (HRI) è impegnata  dal 2002 nel promuovere la loro conoscenza, nonchè ...

continua

Aiutaci: 5 per mille nella dichiarazione dei redditi

Sede HRI, via Dr.-Streiter 4, I-39100 Bolzano

11.03.2016

Cari amici dei Diritti Umani, cari soci di HRI,

 

anche quest’anno é possibile donare a HUMAN RIGHTS INTERNATIONAL (HRI), onlus, il 5 per mille delle Vostre imposte. Con questo gesto date un contributo importante che non comporta alcuna spesa in piú. É sufficiente indicare sul CUD, modello 730, oppure sul modello Unico il nostro codice fiscale e apportare la Vostra firma.

Il nostro codice fiscale: 9 4 0 7 9 8 3 0 2 1 5 (da indicare)

Grazie e cordiali saluti
(Il Cosiglio di Aministrazione HRI, onlus)

 

Concluso il progetto di cooperazione allo sviluppo "MIS VALORES", Ecuador

foto_asilo_progetto MIS VALORES

Si è positivamente concluso il progetto di cooperazione allo sviluppo denominato MIS VALORES (I MIEI VALORI) che è stato realizzato, grazie anche ai finanziamenti della Provincia autonoma di Trento, nella Comunità Indio di Pambamarquito (Canton Cayambe-Ecuador del Nord). L'iniziativa ha portato alla riapertura, alla riorganizzazione e al sostegno alimentare  di  un Centro infantile, chiuso in precedenza dalle Autorità ecuadoriane nell'ambito di un decisione che prevede la chiusura delle strutture con meno di 45 bambini/e. Viene in tal modo tutelata la formazione, la salute e l'incolumità di una trentina di bambini che vivono a una altitudine di circa 3000 metri in una zona delle Ande particolarmente svantaggiata. Il progetto è stato ideato, coordinato e gestito in loco dalla associazione PACHAMAMA-Madre Terra onlus di Trento, anche grazie alla collaborazione di Human Rights International (Sede Italia). La Comunità locale e le Donne Rurali stanno ora proseguendo nella gestione del centro  a proprio beneficio.

30.06.2014

Espanol

Completado el proyecto "MIS VALORES" de cooperación al desarrollo, Ecuador
 
Se completó con éxito el proyecto de cooperación al desarrollo denominado MIS VALORES que se ha logrado también gracias a la financiación de la Provincia Autónoma de Trento en la Comunidad Indio Pambamarquito (Cantón Cayambe Ecuador-Norte). La iniciativa llevó a la reapertura, la reorganización y la ayuda en suministro de alimentos a un centro infantil, previamente cerrado por las autoridades en Ecuador como parte de una decisión que prevé el cierre de los establecimientos con menos de 45 niños. De este modo se protege la formación, la salud y la seguridad de los treinta niños que viven a una altitud de unos 3.000 metros en una zona de los Andes especialmente desfavorecida. El proyecto fue concebido, coordinado y administrado en el lugar por la asociación Pachamama-Madre Tierra Fundación de Trento, gracias a la colaboración de Human Rights International (Sede de Italia). La comunidad local y las mujeres rurales continúan ahora en la dirección del centro para su propio beneficio. 

 

 

Appello 20.02.2014 - mancata attuazione norme comunitarie

vai all´appello

 

26.10.2013

ITALIA/SPAGNA: Politiche Migratorie e Autonomie Territoriali

Nuove Minoranze, Identità e Cittadinanza in Alto Adige e Catalogna

Una nuova ricerca di Alessandro Pallaoro, consigliere di Human Rights International (HRI), e Michaela Colletti.

A cura di Roberta Medda-Windischer e Andrea Carlà
EURAC Research, 2011, pag. 115 e seguenti.

25.09.2013

Nasrin è libera

Solidarietà con Nasrin in Norvegia 2012

  Per il suo instancabile impegno per i diritti umani in Iran, l’avvocatessa Nasrin Sotoudeth era stata condannata nel 2010 a 11 anni di carcere col divieto di esercitare l’attività legale per 20 anni. Due anni prima le era stato assegnato a Merano dalla organizzazione Human Rights International di Bolzano e dal Museo delle Donne di Merano il “premio HRI per i diritti umani”. Si trattava del primo riconoscimento internazionale per l’avvocatessa. Da allora con appelli e campagne pubbliche il destino della Sotoudeh e di altri prigionieri politici iraniani è stato portato all’attenzione della pubblica opinione mondiale. Nel 2012 le era stato conferito anche il “premio Sacharow” dal Parlamento europeo.
Dal 2008 il premio HRI viene assegnato ogni tre anni a persone che si contraddistinguono per il loro impegno nella promozione e difesa dei diritti fondamentali.
   Human Rights International (HRI) e la rete dei Musei delle Donne esprimono grande soddisfazione per la liberazione, da valutarsi come un positivo segno del nuovo corso iraniano, e fanno, nel contempo,  appello al nuovo Presidente Hassan Ruhani di mantenere le promesse elettorali formulate con riguardo al trattamento da riservare ai prigionieri politici.

LUSSEMBURGO-ITALIA/ALTO ADIGE Successo davanti la Corte di Giustizia Europea contro le discriminazioni. Causa C-571/10, sentenza del 24.04.2012

CINA - HRI si congratula con LIU XIAOBO e ne richiede la liberazione

ITALIA - Tribunale di Bolzano, ordinanze no. 665/2010 e no. 666/2010

SENEGAL: Un letto, una zanzariera (“un lit, un moustiquaire”)

IRAN - Appello a favore di Nasrin Sotoudeh

ITALIA/UE - Eliminare la discriminazione con criteri obiettivi di scelta