Human Rights International (HRI) si presenta

Logo di Human Rights International (HRI), Onlus

Human Rights International (HRI), ONLUS, è una organizzazione umanitaria, aconfessionale, apolitica ed economicamente indipendente di sostenitori dei Diritti Umani. HRI persegue i suoi obiettivi senza scopo di lucro, rifiutando ogni tipo di violenza.
Il motto di HRI è: promozione, documentazione e difesa dei diritti umani.

Human Rights International (HRI) è stata fondata il 1 agosto 2002 a Bolzano/Italia (atto notarile no. 5.575, raccolta no. 1.210, notaio Dott. Laura Testini).

Indirizzo: Human Rights International (HRI), onlus
c/o Federazione  Provinciale delle  Associazioni  Sociali
Via Dr. Streiter 4, I - 39100 Bolzano
Indirizzo email: info(at)humanrightsinternational.org

Quali sono i nostri obiettivi?

Il nostro nome è la nostra missione. È passato ormai più di mezzo secolo da quando è stata approvata dalle Nazioni Unite la "Dichiarazione Universale dei diritti dell'uomo" ma ancora i diritti umani più basilari non trovano una tutela adeguata presso le genti di tutto il mondo.

I diritti umani fondamentali sono ancora oggi per milioni di persone fortemente minacciati. Vogliamo contribuire a modificare questo stato delle cose.

Come lavoriamo

Disegno di Maria Schwarz, scolara, 2009

HRI vive col sostegno dei soci, dei sostenitori, e del lavoro di tanti volontari. Offerte e donazioni vanno per intero a beneficio dei nostri progetti ed il lavoro a favore dei diritti umani. Le spese amministrative sono coperte invece con contributi di aziende, sostenitori ed enti pubblici.

Diventa socio!

Ulteriori informazioni

HRI è iscritta nei seguenti registri pubblici:

REGISTRO DELLE PERSONE GIURIDICHE PRESSO IL MINISTERO DELL'INTERNO -COMMISSARIATO DEL GOVERNO PER LA PROVINCIA DI BOLZANO (dal 29 dicembre 2004);
REGISTRO DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO (dal 4 febbraio 2003) con iscrizione nelle sezioni “assistenza sociale e sanitaria” nonché “attività culturali, educative e di formazione”;
REGISTRO DELLE ORGANIZZAZIONI CERTIFICATE “DONAZIONI SICURE” dalla Federazione del Sociale e della Sanità della Provincia autonoma di Bolzano (dal 12 settembre 2008), strumento per documentare l'attività, la trasparenza dei programmi e dei relativi finanziamenti, con il rilascio di apposito marchio e codice personale;
REGISTRO DELLE ASSOCIAZIONI E DEGLI ENTI CHE SVOLGONO ATTIVITA’ NEL CAMPO DELLA LOTTA ALLE DISCRIMINAZIONI ai sensi dell’art. 6 del decreto legislativo n.215/2003 tenuto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri del Governo italiano (dal 12 giugno 2006);
ALBO DELLE ASSOCIAZIONI E DEGLI ORGANISMI DI PARTECIPAZIONE del Comune di Bolzano (dal 28 settembre 2007) nelle categorie “servizi sociali e sanitari” nonché “volontariato per la collaborazione con i paesi in via di sviluppo”.

LUSSEMBURGO-ITALIA/ALTO ADIGE Successo davanti la Corte di Giustizia Europea contro le discriminazioni. Causa C-571/10, sentenza del 24.04.2012

CINA - HRI si congratula con LIU XIAOBO e ne richiede la liberazione

ITALIA - Tribunale di Bolzano, ordinanze no. 665/2010 e no. 666/2010

SENEGAL: Un letto, una zanzariera (“un lit, un moustiquaire”)

IRAN - Appello a favore di Nasrin Sotoudeh

ITALIA/UE - Eliminare la discriminazione con criteri obiettivi di scelta