19/10/2010

IRAN - Appello a favore di Nasrin Sotoudeh

Il 4 settembre 2010 Nasrin Sotoudeh, la nota avvocatessa iraniana, difensora dei diritti umani, veniva citata in Tribunale  e successivamente  arrestata. Da allora si trova nel carcere di Evin di Teheran.  Human Rights International (HRI) considera Nasrin Sotoudeh una prigioniera ingiustamente detenuta proprio a causa della sua pluriennale attività a difesa delle vittime di violazioni nei diritti fondamentali della persona. Nella sua attività si è contraddistinta per aver assunto la difesa di diversi difensori dei diritti umani fondamentali che per il loro impegno nei confronti delle Autorità iraniane sono stati ingiustamente incarcerati e limitati nei loro diritti. E’ inoltre noto l’impegno della avvocatessa  a difesa dei minori privi di mezzi, oggetto di violenza e condannati a morte. Inoltre si ricorda l’intervento nell’ ambito della campagna “One Million Signatures Campaign” contro la discriminazione delle leggi iraniane nei confronti delle donne, ed in particolare per quelle leggi che unilateralmente  e ingiustamente riconoscono ai soli uomini diritti nell’ambito del matrimonio, della separazione e  dell’affidamento dei figli.Nel dicembre 2008, l’impegno e il coraggio della Sotoudeh,  le sono valse un formale riconoscimento da parte di Human Rights International (HRI) con il premio “HRI-Premio dei diritti umani”.
HUMAN RIGHTS INTERNATIONAL (HRI) lancia un appello a  tutte le Autorità  e a tutti gli Amici dei diritti umani, per un impegno a favore di una sua immediata liberazione.

 

* * * 

Appello a favore di Nasrin Sotoudeh del 7 settembre 2010

 
Ambasciata della
Repubblica Islamica 
di Iran d´Italia
Via Nomentana, 361
00162 - Roma

Fax (06) 86328492

Italia, 07 settembre 2010

Appello urgente a favore di NASRIN SOTOUDEH, Iran

Human Rights International (HRI)-Italia, associazione di promozione e difesa dei Diritti Umani, chiede la liberazione immediata della avvocatessa iraniana NASRIN SOTOUDEH.

  Sabato 28 agosto 2010, la polizia iraniana ha comunicato a Nasrin Sotoudeh, dopo avere fatto irruzione nel suo ufficio e nella sua abitazione privata ed aver sequestrato alcuni suoi fascicoli e oggetti personali, di presentarsi nei giorni successivi alla “procura di Evin” per rispondere ad alcune domande.
  La Sotoudeh, il 4 settembre, dopo aver ricevuto una lettera di convocazione, si è recata alla “procura di Evin” per quello che solo apparentemente sarebbe stato un interrogatorio trasformatosi poi in arresto. La mattina di domenica 5 settembre, le autorità giudiziarie hanno informato Nasim Ghanvi, avvocato di Nasrin Sotoudeh, del suo arresto. A Nasim Ghanvi è stato impedito di assistere all’interrogatorio della sua assistita e di assumerne la difesa.

Human Rights International (HRI)    a p p e l l a

al Governo Iraniano di rilasciare urgentemente l´avvocatessa NASRIN SOTOUDEH e nel contempo a tutte le associazioni impegnate nella difesa dei Diritti Umani e a tutte le Autorità nazionali ed internazionali, di sostenere Nasrin Sotoudeh e tutti i difensori dei Diritti Umani che sono impegnati in Iran nella battaglia per la difesa dei diritti della persona, condannando le autorità dello Stato iraniano che ledono i Diritti, che consacrati nella Dichiarazione del 1948, hanno una portata universale e inviolabile.
   Nasrin Sotoudeh (Iran – 1963), dopo aver conseguito una laurea in giurisprudenza a Teheran, si è dedicata alla professione di avvocato. Nello svolgimento della sua missione legale, si è contraddistinta per aver assunto volontariamente la difesa di numerosissime donne attiviste dei diritti umani, ingiustamente incarcerate e limitate nei loro diritti a causa del loro impegno per il riconoscimento dei diritti fondamentali nei confronti delle Autorità iraniane. Ha acquisito notorità anche per aver efficacemente difeso minori privi di mezzi, maltrattati e condannati a morte. Si segnala il suo impegno in aiuto delle donne coinvolte nella “One Million Signatures Campaign” a sostegno della revisione delle leggi iraniane fortemente discriminatorie nei confronti delle donne, ed in particolare il coraggioso impegno a favore di altri difensori dei Diritti Umani.
   Nel dicembre 2008 Nasrin Sotoudeh è stata premiata in Italia da Human Rights International (HRI) con il „Premio HRI per i Diritti Umani“.

Human Rights International (HRI) , onlus
Il Consiglio d’Amministrazione

In collaborazione con
Network of Women´s Museums


Human Rights International (HRI), onlus
c/o Federazione  Provinciale delle  Associazioni  Sociali
Via Dr.Streiter 4     I-39100 Bolzano
Tel.: +39 0471 324667, Fax: +39 0471 324682
E-Mail: info(at)h-r-i.org
Indirizzo internet: www.h-r-i.org oppure www.humanrightsinternational.org